Le mamme che lavorano sono molto coraggiose

I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.

Al mattino vorrebbero rimanere a casa con la mamma,

ma si asciugano le lacrime e restano a giocare con la nonna.

I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.

A pranzo vorrebbero mangiare con la mamma,

ma si sforzano e imparano a mangiare da ­soli.

I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.

Al pomeriggio vorrebbero fare la nanna con la mamma,

ma si addormentano lo stesso abbracciando un pupazzo.

I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.

Alla sera vorrebbero vedere subito la mamma,

ma aspettano davanti alla porta anche se fuori è tutto buio.

I bambini delle mamme che lavorano

quando la porta si apre e vedono la mamma corrono super veloce,

saltano super in a­lto e stringono super forte la loro mamma.

I bambini delle mamme che lavorano

sono coraggiosi come i supereroi.­



 Le mamme che lavorano sono molto coraggiose.

Al mattino vorrebbero rimanere a casa con il loro bambino,

ma si asciugano le lacrime e salgono in ­macchina.

Le mamme che lavorano sono molto coraggiose.

A pranzo vorrebbero tornare a casa dal loro bambino,

ma mangiano un panino veloce in ufficio ­per uscire prima alla sera.

Le mamme che lavorano sono molto coraggiose.

Al pomeriggio vorrebbero fare una passeggiata con il loro bambino,

ma guardano la foto dal cellulare e ­finiscono di lavorare.

Le mamme che lavorano sono molto coraggiose.

Alla sera vorrebbero vedere subito il loro bambino,

ma escono di corsa dall’ufficio e schizzano via nel traffico.

Le mamme che lavorano quando aprono la p­orta

e vedono il loro bambino corrono super veloce,

si accovacciano su­per in basso e stringono super forte il ­loro bambino.

Le mamme che lavorano

sono coraggiose come i supereroi.

Di Amelia Tipaldi


Grazie a tutti per aver letto e condiviso questa poesia siete stati tantissimi.

Su Facebook è stata cliccata da 40 mila persone!

Lascia un commento