Il bacio del papà

Il bacio del papà

Il papà di Anita lavorava in una città molto lontana.

Per arrivarci bisognava superare mari, montagne e laghi.

Tutte le sere però il papà la chiamava per darle la buonanotte e tutte le sere la salutava con un lungo bacio.

Quel lungo bacio superava mari, montagne e laghi e si posava sulla fronte di Anita che si addormentava tranquilla.

Una sera però la telefonata fu molto rapida e il bacio frettoloso.

Papà aveva da fare.

Anita ci rimase male e quando chiuse gli occhi non sentiva sulla fronte il bacio del papà.

– Mamma il bacio non arriva. Si sarà perso?

– Magari é solo in ritardo.

– Ma io non riesco a dormire senza il suo bacio

– Vieni qui, stanotte dormiremo insieme abbracciate e lo aspetteremo insieme.

E nel letto con mamma Anita finalmente si addormento’.

Era ancora buio quando Anita sentì qualcuno bussare alla porta.

La mamma stava ancora dormendo così Anita si avvicinò e chiese

– Chi è?

– Sono un bacio per Anita

Anita riconobbe la voce.

Aprì la porta e vide il suo papà che quella notte aveva superato mari, montagne e laghi per tornare dalla sua piccola Anita e darle un bacio, il bacio più bello perché era quello con lo schiocco.

Auguri a tutti i papà che viaggiano e vivono lontano ma alla sera non dimenticano mai di mandare un bacio ai loro bambini.