Il bicchiere d’acqua sul comodino.

E’ stata un’altra lunga giornata.

Ti abbandoni sul letto sfinita e spegni la­ luce.

Dormono già tutti.­ 

Il cuscino non è mai stato così soffice.

Stai quasi per addormentarti, ma senti una voce: ­“Mamma ho sete”­

Speri sia solo un sogno e resti immobile, 

e invece la voce aumenta d’intensità: “Mammaaaaa voglio l’a­cqua”.

In quel momento qualunque sia­ la tua etnia, credo ­religioso o politico,

qualunque sia il tuo ­pensiero pedagogico.

Che tu sia vegana o c­annibale, poetessa o tamarra,­

penserai solo a una cosa: “Porca *******”

Ti sei dimenticata di mettere un bicchiere d’acqua sul comodino.

Di nuovo.­


P.s. Ormai speri solo che dopo essere andata in cucina e avergli dato quel bicchiere d’acqua, non se lo versi addosso. 

Di nuovo.