Il nostro tempo

Da quando sei nato

dormi nel letto accanto a me.

Un po’ perché la notte ti svegli ancora

e così è più facile riaddormentarti.

Un po’ perché voglio riempire

il mio cuore ancora un po’ di te.

Come in un barattolo di vetro

vorrei conservare

il tuo profumo e i tuoi respiri

le tue manine e i tuoi piedini

e i sogni racchiusi dai tuoi occhi addormentati.

So che presto dormirai anche tu in cameretta,

e magari tra non molto dormirai a casa dei nonni

o a casa di un tuo amichetto.

E poi un giorno dormirai nel letto di un ostello

o nel sacco a pelo in una tenda con gli amici.

Dormirai in letti piccoli piccoli o in letti enormi

Dormirai in letti scomodi o in letti in cui abbandonarti.

Dormirai in letti vicini o in letti lontani da me

Dormirai da solo, dormirai in compagnia.

E forse un giorno dormirai anche tu

accanto al tuo bambino.

Allora aprirai il tuo cuore

come un barattolo di vetro

e lo riempirai del suo profumo e del suo respiro

delle sue manine e dei suoi piedini

e dei sogni racchiusi dai suoi occhi addormentati.

E quando il tuo bambino crescerà

sarai felice,

perché ogni volta che vorrai

potrai riaprire quel barattolo

e ricordare il tempo

che hai trascorso insieme a lui.

 

Perché ogni cosa ha il suo tempo,

e questo amore mio è il nostro tempo,

il tempo per stare insieme io e te.

 

 

Di Amelia Tipaldi