Il più bel vizio del mondo

Non sono le mamme che viziano i bambini,

ma sono i bambini che viziano le mamme.

Da quando li vediamo per la prima volta

non possiamo più fare a meno di loro.

Non possiamo fare a meno di coccolarli,

di chiamarli tesorino, amoruccio,

facciamo pure le vocine.

Non possiamo fare a meno di baciarli,

sulla bocca, sulle guanciotte e i piedini

che poi loro ridono e ridiamo anche noi.

Ci divertiamo a fargli indossare quei vestitini

che ci avevano regalato prima che nascessero e che guardavamo con amore.

Non possiamo fare a meno di parlare di loro, del loro sonno e della loro cacca.

E se siamo lontane pensiamo a loro, avrà dormito, avrà mangiato, avrà fatto la cacca?

Restiamo ore ad ammirarli mentre dormono come angioletti.

E poi crescono.

E noi che vorremmo tenergli la mano

non la vogliono “da solo” dicono

E la maglietta che gli abbiamo preparato

non la mettono “voglio quella blu” dicono

E il bacino per carità

“no mamma ci sono i miei amici”

Alla sera vogliono andare al pigiama party del suo compagno di scuola

Preferiscono la play station alle coccole sul lettone.

E noi che pensavamo di averli viziati

che non avrebbero mai fatto a meno di noi

ci rendiamo conto che siamo noi

che non faremmo a meno di loro,

ma dobbiamo comunque lasciarli andare.

Sappiamo però che tra tutti

questo è il più bel vizio del mondo,

perché si chiama amore,

ed è l’amore a far crescere il mondo.

 

Di Amelia Tipaldi