Il tempo delle valige

Questo è il tempo delle valige.

Valige per il mare con costumi e maglioncini per la sera,

che si sa al mare può fare freschino

e valige per la colonia in montagna con i vestiti etichettati,

che tanto poi spariscono lo stesso.

Valige che fai con largo anticipo, e per giorni non ha più nulla da mettere

e valige che fai all’ultimo momento e poi ti ritrovi tutto da lavare.

Valige del “non si sa mai”, 

con termometro, sciroppo per la tosse, ombrello, giubbotti, i cambi per i bambini e per il marito, che non si sa mai,

e valige del “ma si, tanto non serve”, 

con un solo costume, un solo pantalone,

un solo paio di mutande, che tanto c’è mia moglie che ci pensa

Valige piccole per non pagare il bagaglio nella stiva, e che poi te le ritrovi sotto i piedi

e valige enormi, talmente grandi che devi metterle sul tettuccio della macchina

Valige che fremono di entusiasmo e aspettative per la vacanza e che fanno il conto alla rovescia

e valige che tremano di paura prima di partire per un lungo viaggio.

Insomma care valige 

è arrivato il tempo di partire.

Ma che siate piccole o grandi, 

che dobbiate fare pochi chilometri

o il giro del mondo

ritornate a casa vi prego

stracariche di meravigliosi ricordi.

 

Buone vacanze a tutti voi amici miei.

Lascia un commento