L’armadietto dell’asilo. 

Ora amore mio ci tocca svuotare l’armadietto dell’asilo.

Quell’armadietto che abbiamo riempito in un giorno di settembre, tanto tempo fa.

Tu quel giorno indossavi un grembiulino più grande di te

e avevi gli occhi spalancati,

curiosi di iniziare una nuova avventura.

Quando sono andata via invece hai pianto.

Piangevi quando ti lasciavo

e piangevi quando ti venivo a prendere.

Piangevo anche io di nascosto in macchina

mentre andavo in ufficio.

Mi sembravi così piccolo e indifeso

in un ambiente che non conoscevi ancora.

E quelle signore a commentare

“Su non fare i capricci”

Avrei dovuto rispondere io al posto tuo

“Ma quali capricci, sta salendo su per una salita ripida, da solo.

Ha paura ma ce la sto mettendo tutta! ”

E ce l’hai fatta amore mio.

Hai imparato a disegnare le case, i bambini e le api.

Hai imparato le canzoncine, i numeri in inglese e le combinazioni dei colori.

Hai imparato l’importanza delle regole e il valore dell’amicizia.

Ma soprattutto hai imparato che da solo puoi scalare anche le montagne.

A settembre inizierai una nuova strada.

E tu sei così felice di diventare grande.

Ma questi anni che hai trascorso all’asilo

saranno le basi che ti porteranno a correre lontano.

di Amelia Tipaldi

Lascia un commento