Rana e Rospo. Una storia d’amore.

Rana e Rospo vivevano da sempre in un piccolo stagno ai confini del regno.

Erano cresciuti insieme sognando di andarsene via per esplorare il mondo.

Quello stagno per loro era troppo piccolo e noioso.

Avevano sentito la storia di un rospo trasformato in principe da un bacio e speravano anche loro nella stessa sorte.

Un giorno giunse una principessa ad ammirare le ninfee dello stagno.

Era bellissima, i capelli dorati, le guance rosee.

Quando li vide non si spaventò anzi si chinò verso di loro.

Poi prese Rospo con le sue manine delicate e lo baciò.

Una nuvola dorata lo avvolse magicamente.

Quando la nuvola si dissolse Rospo non c’era più, al suo posto c’era un principe alto e regale.

Rana non fece in tempo a salutare il suo amico che lui se n’era già andato con la principessa senza nemmeno voltarsi.

Rana da allora trascorreva le sue giornate da sola, sulla riva più nascosta. Le mancava le chiacchierate sotto la luna piena e le risate tra una nuotata e l’altra.

Passarono i giorni e le settimane finché una mattina giunse allo stagno un principe.

Rana era assorta nei suoi tristi pensieri e non lo notò nemmeno.

Quando sentì due mani afferrarla e due occhi scrutarla da vicino.

Rana ebbe un sussulto al cuore.

Il principe senza dire una parola la baciò.

Una nuvola dorata la avvolse magicamente.

Quando la nuvola si dissolse Rana si guardò le zampe.

Erano rimaste verdi come prima.

Guardò in avanti e ritrovò il suo amico Rospo:

– Senza di te il mondo degli umani è vuoto!

Rana e Rospo si abbracciarono.

Da quel giorno vissero felici e innamorati e lo stagno diventò per loro il regno più bello.

 

Lascia un commento