“Un grande giorno di niente” di Beatrice Alemagna

“Un grande giorno di niente” di Beatrice Alemagna (Edizioni Topipittori) è un libro straordinario e commovente.

 

Un bambino va in vacanza con la mamma in una casa in mezzo al bosco.

Piove e mentre la mamma scrive al computer il bambino si annoia, così passa il tempo a giocare con un videogioco.

Un giorno la mamma gli toglie il videogioco, ma il bambino lo riprende di nascosto ed esce di casa.

Accidentalmente il videogioco cade nell’acqua del fiume, così suo malgrado il bambino si ritrova a esplorare il bosco.

Scoprirà meraviglie incredibili, lumache dalle lunghe antenne, funghi enormi,

un mondo sotterraneo e misterioso, raggi di sole che penetrano tra le nuvole.

Quando torna a casa bagnato e sporco si sentirà più forte e incredibilmente vicino al suo papà.

Ma soprattutto si ritroverà a condividere con la sua mamma un silenzio carico di emozioni davanti al profumo di una tazza di cioccolata.

Un libro che racconta come la noia sia un’occasione per scoprire il mondo e diventare grandi.

Un libro che parla anche d’amore, tra le righe infatti si può scorgere il dolore per la mancanza del papà,

e l’amore tra la madre e il figlio.

Un amore che non ha bisogno di parole ma che comunica anche con i silenzi.

Dai 4 anni.